Venerdì 22 Settembre 2017
csb_MINIATURA_500.jpg  
 

CSB Marina

 

La caldaia CSB Marina è una caldaia utile per il riscaldamento e la produzione di acqua calda.

Utilizza combustibili solidi triti provenienti da fonti di energie rinnovabili quali cippato, pellets, sansa, gusci di mandorle, gusci di pistacchio, gusci di nocciole e gusci di pinoli.

         

 

 

                                       

   
   

Potenze

Disponibile nelle seguenti potenze termiche nominali:

CSB 34 ► 29 kW

CSB 40 ► 46 kW

CSB 60 ► 69 kW

CSB 80 ► 92 kW

CSB 99 ► 114 kW

CSB 130 ► 150 kW

CSB 180 ► 208 kW

CSB 230 ► 266 kW

CSB 300 ► 348 kW

 CSB 400 ► 464 kW

 

 

CSB 500 ► 580 kW

CSB 650 ► 754 kW

CSB 800 ► 928 kW

CSB 950 ► 1102 kW

CSB 1350 ► 1569 kW

CSB 1600 ► 1860 kW

CSB 2000 ► 2325 kW

CSB 2670 ► 3100 kW

CSB 3450 ► 4000 kW

 

 

Prodotto conforme

  EN - 303-5
         
garanzia-5-anni.png   rendimento-89.png  
 
   

Descrizione

La caldaia CSB è adatta sia per ambienti civili che industriali (officine,
magazzini, capannoni). La sua spiccata versatilità e le numerose
possibilità di personalizzazione, ne consentono l’installazione in ogni tipo
di ambiente. CSB Marina può entrare a far parte dei processi  produttivi.
Dotata di un bruciatore in ghisa, il corpo caldaia è interamente coibentato
ed, inoltre, possiede un sistema anti-ritorno fiamma chiamato Safety Lock
Sistem. La caldaia CSB Marina produce energia a basso costo utilizzando
combustibili naturali. Assicura un risparmio di circa il 50% rispetto
ai combustibili classici. La caldaia è conforme alla Normativa Europea
EN 303-5 e appartiene alla classe 3 per emissione e rendimenti.
Questi si attestano all’89% e sono stati certificati presso i laboratori
della TUV. Il materiale utilizzato per la sua produzione è
completamente certificato e sottoposto a severi controlli e test durante
tutto il processo di produzione. In tal modo, la nostra caldaia riesce
a raggiungere standard qualitativi estremamente elevati.

Particolari

    

Sistema agitatore
Movimenta il materiale stoccato all‘interno del silos in modo da evitare ”ponti” che possano impedirne l‘arrivo all‘interno della camera di combustione.
   
   

Caratteristiche

Tramoggia contenimento combustibile
Sistema trasporto combustibile: formato da due coclee in acciaio
Motori stabili e duraturi
Valvola di regolazione tiraggio
Safety Lock System
7 diverse tipologie di configurazione di impianto

• Diverse ricette di combustibile
Pasqualicchio Sept-Fuel Technology

 

Switch: per attenuare l'intensità della fiamma all'apertura del portello
Pannelli in acciaio: verniciati con polvere epossidica
Sensore livello combustibile
Scovolo per la pulizia del fascio tubiero
Switch tramoggia
• Selettore legna pellet
Crono interno

   
   

Accessori di serie

Accessori optional

sistema_agitatore_copia.jpg Agitatore
centralina_elettronica_copia.jpg Centralina elettronica
switch_portello_copia.jpg Switch portello
safe_copia.jpg SLS (Safety Lock System)
sensore_porta_copia.jpg Sensore porta
sensore_livello_pellet_copia.jpg Sensore livello combustibile
acqua_calda_copia.jpg Acqua calda sanitaria valvola_idrica_antincendio_copia.jpg Valvola idrica anti-incendio
accensione_automatica.jpg Accensione automatica     
estrazione_ceneri_copia.jpg ACS (Auto Cleaning System)     
gsm_copia.jpg GSM Control     
turbolatori_copia.jpg Turbolatori intrattenimento fumi    
quadro_elettrico_copia.jpg

Quadro elettrico

   
   
   

Colori disponibili

Combustibili

csb_MINIATURA_300.jpg
Arancione
Cippato Legna** Mais*
Nocciolino Pellet Sansa
* Miscelato in % con pellet
** Combustibile secondario
 

DOWNLOAD:    Scheda tecnica CSB Marina Dimensioni CSB Marina  Manuale d'uso

 
 

Schema di funzionamento

Il combustibile stoccato nella tramoggia, viene fatto avanzare ad intermittenza nella camera di combustione grazie ad un sistema composto da due viti senza fine che girano con velocità diverse e che sono separate da una valvola di sicurezza (safety lock system). All’interno della camera di combustione, con l’ausilio dell’aria comburente soffiata da un ventilatore, si sviluppa la fiamma. Quest’ultima insieme ai fumi di combustione produce il calore fornito all’acqua presente all’interno del corpo caldaia. Il trasferimento di energia al fluido termovettore avviene in due diversi modi: per irraggiamento dovuto alla fiamma e per convezione, cioè grazie al livello energetico dei fumi appena sviluppatisi dalla combustione.         Sono proprio i fumi che prima di essere espulsi dalla canna fumaria, vengono obbligati a seguire un determinato percorso nel corpo della caldaia , detto appunto a “tre giri di fumo”, durante il quale cedono calore all’acqua in esso contenuta. Tale funzionamento permette un ottimo scambio dell’energia termica con il fluido vettore, che si traduce in un aumento del rendimento ed in una diminuzione contestuale dei consumi di combustibile. La gestione di tutta la macchina è controllata da un termoregolatore elettronico, che rende il funzionamento completamente automatico. 
     

 



Approfondimenti sulla componentistica

Gestione automatica

Il nuovo termoregolatore Pasqualicchio è multifunzionale. La caldaia è dotata di un sistema di combustione dedicato esclusivamente alla legna. Il passaggio da legna a trito avviene in modo automatico - con l'aggiunta del phon come optional) - grazie ad una centralina elettronica provvista di sistema di controllo che permette di monitorare le fasi della combustione. Il dispositivo legge le temperature dell‘acqua e dei fumi attraverso le sonde, situate sul corpo della caldaia. La centralina è in grado di stabilire: accensione, potenza massima, modulazione e standby. Ognuna di queste fasi possiede parametri diversi per quanto riguarda i tempi di funzionamento della coclea, della velocità della ventola comburente e dello stato del safety lock system. La particolarità tecnica di questi sistemi è che sono gestiti anche in condizioni non ordinarie, come ad esempio l‘esaurimento del pellet nel silos o l‘apertura del portello inferiore. Inoltre, per facilitare la gestione degli impianti idraulici semplici e complessi sono state impostate sette configurazioni. Esse permettono la gestione di boiler, puffer, pompe e scambiatori attraverso le temperature lette dalle sonde. Altre funzioni sono date dall‘installazione di un crono interno, il quale consente di programmare l‘orario della macchina. Inoltre, nella gamma degli optional abbiamo incluso il sistema GSM per consentire di controllare la macchina tramite SMS. Infine, ogni caldaia a basamento dispone di connettore per l‘interfacciamento con un termostato ambiente.


Safety Lock System

Per noi la sicurezza non è un optional. E‘ per questo che abbiamo dotato le nostre caldaie di un sistema innovativo, collegato direttamente alla scheda elettronica che chiude il passaggio tra la fiamma della camera di combustione ed il silos di contenimento, assicurando il perfetto isolamento del materiale stoccato nella tramoggia. Questo tipo di sistema ha il vantaggio di garantire un minor consumo di combustibile nella fase di minimo per la chiusura del passaggio dell‘aria.

GSM Control

La centralina elettronica se collegata al modulo GSM Control (optional) permette l’accensione tramite tablet o cellulare, inoltre se collegata ad un termostato ambiente permette di programmare l’avvio.


Modulazione

Una volta impostata la temperatura ideale in ambiente, la caldaia modula automaticamente la fiamma tramite la ventilazione in aspirazione ed ottimizza il consumo di combustibile riducendo costi e sprechi. Al  raggiungimento della temperatura richiesta nella caldaia è presente la sola brace viva sempre pronta a riprendere vigore ad ogni richiesta di incremento di temperatura proveniente dal termostato ambiente.

Pulizia

Il percorso dei fumi è stato progettato in orizzontale al fine di rendere veloce e pratica la pulizia dello scambiatore. Lo scovolo fornito di serie fa in modo che le ceneri – ripulite dallo scambiatore - finiscano nella parte bassa della cappa dei fumi, posizionata dietro alla caldaia e alla quale vi si accede attraverso gli sportellini antiscoppio con apertura basculante. Su tutti i modelli è possibile automatizzare la gestione dello scarico delle ceneri direttamente con la scheda elettronica. Invece, dal modello 60 si può rendere automatica la rimozione dei residui nel bruciatore con un‘efficienza dell‘80%. La pulizia automatica del percorso fumi è importante perché serve a garantire un maggiore rendimento. Questo è il motivo che ci ha spinto a proporla come optional. Infine, i modelli di applicazione civile (dal modello CS25 al modello CS99) sono dotati di un pratico cassettino (non previsto per i modelli CSB) posto nella parte inferiore della caldaia in modo da velocizzare e facilitare lo svuotamento del bruciatore.

 

Tramoggia

Disposte sul lato o posteriormente sono di forma tronco-piramidale rovesciata per le CS e tronco-conica per i CSB. Queste sono di diverse misure e sono montate su tutti i modelli. La tramoggia viene adattata a seconda della fascia di potenza del generatore. Per le caldaie a basamento che montano la misura minore è possibile richiedere la tramoggia di dimensione più grande.

Turbolatori

È un optional, applicabile anche in secondo momento, ed è composto da barre in acciaio elicoidali. Queste modificano la forma interna del fascio tubiero in modo che i fumi caldi allunghino il loro percorso all’interno del corpo caldaia prima di arrivare alla canna fumaria, cedendo così una maggiore quantità di calore all’acqua.

Agitatore

Fornito in serie su tutti i prodotti della gamma CSB, è necessario per caldaie onnivore funzionanti con combustibili triti di pezzatura maggiore e combustibili fini quali la segatura. Il sistema è composto da un braccio meccanico posizionato all‘interno della tramoggia ed è gestito attraverso un motore collegato ad un riduttore, direttamente dalla centralina elettronica che ne detta i tempi di funzionamento. Movimenta il materiale stoccato all‘interno del silos in modo da evitare ”ponti” che possano impedirne l‘arrivo all‘interno della camera di combustione.

   

Phon per accensione automatica

E‘ possibile automatizzare l‘accensione, sfruttando le potenzialità della centralina, richiedendo come optional l‘installazione del phon, che soffiando aria ad altissima temperatura sul combustibile trito, contenuto nel bruciatore, ne innesca la combustione.

Valvola anti-incendio

E‘ un optional che permette di immettere acqua direttamente sul condotto del combustibile. Entra in funzione se vengono registrate elevate temperature a seguito di eventuali ritorni di fiamma.

Switch portello

E‘ posizionato sulla porta d‘accesso diretto della camera di combustione. Permette di far abbassare l‘intensità della fiamma con l‘apertura della porta. Per i modelli CSB viene messo uno switch anche sull‘apertura del portello tramoggia. 
 

Modulo Acqua Calda Sanitaria

E‘ un optional che consente di produrre acqua sanitaria per i modelli fino a 99. La serpentina è realizzata in rame alettato per aumentare la superficie di scambio termico ed è stata progettata per essere installata anche in una fase successiva all‘acquisto della caldaia. 

Valvola tiraggio

E‘ stata studiata per ovviare ad eventuali problemi di tiraggio eccessivo che inciderebbero in modo negativo sul funzionamento del bruciatore. Questo tipo di soluzione garantisce la normale operatività della macchina anche in caso di funzionamento non standard. In tal modo, riduce il consumo eccessivo di combustibile e migliora l‘efficienza dell‘intera caldaia. 

Bruciatore

E‘ il punto dove si ha l‘effettiva generazione di energia termica ricavata attraverso la combustione del materiale, precedentemente stoccato nel silos e trasportato all‘interno del bruciatore mediante il sistema a doppia coclea. Costituisce il basamento di ogni caldaia delle gamme CS e CSB ed è formato da un involucro esterno in acciaio di forte spessore che racchiude una intercapedine all‘interno della quale viene opportunamente convogliata l‘aria comburente e l‘aria secondaria. La base superiore è costituita da materiale refrattario che garantisce un perfetto isolamento, mentre il ”cuore” di tutta la struttura, dove avviene la combustione, è realizzato completamente in ghisa.

La Pasqualicchio si riserva di apportare modifiche tecniche, dimensionali ed estetiche ai suoi prodotti al fine di migliorarli, senza preavviso. Ciò non costituisce diritto di recesso per il committente. 
 
Condividi su:

Mappa del sito      Newsletter     F.a.q.    Nota Privacy   Contatti

Seguici su:
CT Pasqualicchio su Facebook   CT Pasqualicchio su LinkedIn   CT Pasqualicchio su Twitter   CT Pasqualicchio su YouTube  

Vai in alto

In questo sito utilizziamo i cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Maggiori informazioni.

EU Cookie Directive Module Information